Sicurezza del lavoro per montaggio palchi e opere temporanee per spettacoli: pubblicato il decreto

26 Lug 2014

montaggiopalchi

Pubblicato il “decreto palchi” che disciplina la sicurezza nelle attività di allestimento di spettacoli musicali, cinematografici e teatrali e alle manifestazioni fieristiche.

La norma, già entrata in vigore, prevede modalità specifiche di attuazione della vigente normativa in materia di sicurezza del lavoro (D.Lgs 81/08) alla luce delle particolari modalità operative tipiche del settore dello spettacolo.

Il testo rigurda l’intero settore degli allestimenti fieristici, dell’installazione di palchi, spettacoli, sagre, manifestazioni teatrali e similsi e si divide in due parti

  • (Capo I) la prima specificamente dedicata a Spettacoli musicali, cinematografici e teatrali

  • (Capo II) la seconda dedicata unicamente a manifestazioni fieristiche.

Le norme di dettaglio tengono conto delle peculiari caratteristiche del settore ossia:
particolari esigenze dello specifico settore:

  • a) compresenza di più imprese esecutrici nelle aree di lavoro, con permanenza di durata variabile;

  • b) compresenza di un elevato numero di lavoratori, autonomi o dipendenti, nelle aree di lavoro, 2con permanenza di durata variabile e con svolgimento di mansioni diverse tra loro;

  • c) frequente presenza di imprese e lavoratori di diverse nazionalità nelle aree di lavoro;

  • d) necessità di completamento dei lavori in tempi brevi, compatibili con lo svolgimento programmato degli spettacoli;

  • e) necessità di realizzazione dei lavori in spazi ristretti;

  • f) possibilità di operare in contesti caratterizzati da vincoli architettonici o ambientali;

  • g) rischi derivanti dalle condizioni meteorologiche e ambientali in relazione alle attività da svolgersi in luoghi aperti”.

Il dettaglio delle nuove regole in materia di sicurezza è molto articolato.

  • 1) riconoscimento di procedure di qualifica tecnico professionale differenti rispetto agli schemi ordinari, in particolare per le aziende straniere;

  • 2) individuazione precisa ed analitica delle fattispecie coinvolte alle quali si applicano le regole del Decreto Palchi e del titolo IV del D.Lgs 81/08 (normativa cantieri)e conseguente loro esclusione dalla normativa sulla sicurezza dei cantieri (Titolo VI D.Lgs 81/08)

  • 3) individuazione della formzione necessaria per gli operatori coinvolti dai montaggi e smontaggi

  • 4) indicazione esplicita della possibilità di utilizzare le strutture stesse come supporto (opera provvisionale) per i lavoratori

  • 5) possibilità di sostituire la recinzione delle aree interessate con opportuna sorvegilanza

  • 6) esclusione dall’applicazione di molte norme del titolo IV ai cantieri interessati dal Decreto Palchi.

  • 7) semplificazione e adattamento dei contenuti dei PSC e POS riferiti alle attività soggette

fonte: Ministero del lavoro –  decreto 22 luglio 2014

decreto palchi

LE CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA SERVIZI SONO VISIONABILI NELLA SEZIONE  "DOCUMENTI UTILI" PREVIA ISCRIZIONE AL SITO